Nostalgie d'eternità

Martedì 12 maggio 2020

Museo della Fotografia c/o Campus "Ernesto Quagliarella" in Via Orabona | ore 18,30 

Lo spazio/tempo nel tempo in cui la musica classica era contemporanea. Conversazione musicale “a tempo perso” tra le pagine facebook del passato.

Quartetto d'archi Felix 
Marzia Mazzoccoli - Violino 
Domenico Strada - Violino
Amanda Palombella - Viola
Massimo Mannacio - Violoncello

Quartetto d'archi Felix

Il Quartetto d’Archi Felix nasce nel 1992, ed è anima e motore di un laboratorio musicale, che opera nel mondo della cultura attraverso l’attività concertistica e didattica. Il gruppo si perfeziona alla Scuola di Musica di Fiesole e all’Accademia Chigiana di Siena vincendo una borsa di studio con il maestro Piero Farulli, violista del Quartetto Italiano e Norbert Brainin, primo violino del Quartetto Amadeus. Il Quartetto Felix ha in repertorio opere, anche inedite, sia di autori italiani (G. F. Malipiero, V. Rieti, G. Martucci, O. Respighi, S. Costanzo e G. Paisiello) sia di autori stranieri (C. Saint-Saens, G. Fauré, E. Elgar, R. Schumann) per quartetto e quintetto con pianoforte, clarinetto, chitarra. Il gruppo esercita un ruolo di primo piano nella diffusione della cultura musicale italiana all’estero, sin dalla prima tournée in Turchia (Ankara e Smirne), realizzata in occasione del 50° anniversario della Repubblica italiana, in collaborazione con gli Istituti di Cultura. L’attività didattica dei musicisti del Quartetto si svolge in Conservatorio e in collaborazione con università e scuole superiori, per integrare i programmi di studio con lezioni - concerto (Musica e Letteratura e Musica e Filosofia) e nelle scuole ad indirizzo musicale. Nel 2000 fondano l’orchestra giovanile La Bottega dell’armonia, realtà musicale molto apprezzata per i traguardi raggiunti. Il Ministero – Dipartimento dello Spettacolo e la Regione Puglia, sostengono la tournée in Corea del Sud dove il gruppo incide un disco con il programma presentato in occasione della tournée, ed è apprezzato per la master class a Seoul, che ha ottenuto un’alta frequenza di studenti. Hanno partecipato alla Settimana della Cultura Italiana a Banja Luka (Serbia), riscuotendo calorosi consensi dal pubblico, dai media e dalle autorità locali; sono ospiti del Festival internazionale di musica da camera a tempo a Podgorica (Montenegro), e a Sarajevo (Bosnia) su invito dell’Ambasciata italiana, dove eseguono tutto diviene follia (dal racconto il pozzo e il pendolo di E. A. Poe) per quartetto della compositrice napoletana A. Bellino, premiata al XXIII concorso nazionale di musica contemporanea di Castello di Belveglio (Asti), dove il gruppo è stato elogiato dal Presidente Marcello Abbado. Il quartetto Felix ha suonato in America Latina per una serie di concerti a Buenos Aires, Rio de Janeiro Mendoza e a Quito. Ha partecipato al Grinzane Cavour Festival con un progetto/recital di musica e poesia. Hanno ricevuto gli elogi del maestro Ivan Fedele al Festival Urti-Canti dedicato alla musica contemporanea ed hanno suonato per lo stesso Festival musiche del maestro Toshio Hosokawa.

Hanno suonato al Teatro Curci di Barletta in onore del maestro Carlo Maria Giulini. Hanno realizzato insieme al fotografo Andrea Ceglie il progetto ContrAppunti di Viaggio: un’idea che vede protagoniste la fotografia e la musica di vari generi, partecipando all’evento organizzato dal Gruppo BOSCH nello stesso stabilimento di produzione The people Symphony –from Noise to Harmony – images and sound, alla scoperta delle sinergie e dei talenti in comune fra il fare musica insieme e le buone pratiche di un’azienda di successo. Il quartetto Felix, sostenuto dalla CARICOM, promuove i giovani talenti della lirica grazie al progetto Invito all’Opera, proponendo concerti per voce e quartetto d’archi sulle musiche tratte dalle pagine più emozionanti del repertorio operistico, ottenendo calorosi consensi per le scelte musicali e la loro frizzante presentazione, appassionando anche i meno avvezzi al genere classico. Il Quartetto d’archi Felix è stato ospite della sesta edizione di Notti sacre, dei concerti estivi organizzati a Macchiagodena (IS) ed è regolarmente invitato a tenere laboratori di ascolto guidato nell’ambito delle iniziative di apprendimento creativo organizzate al Casale Armonico, restando immersi nei suoni della natura. Hanno detto di loro: "Ho avuto modo di apprezzare la coerenza e il rispetto della partitura, insieme a fantasia e ricchezza d’idee, e la ricerca di un suono compatto, attento all’unità d’intenti" Carlo Maria Giulini. “Sono quattro notevolissimi strumentisti, che lavorano assieme con coraggio e determinazione, ottenendo buonissimi livelli. Io credo che il loro attaccamento al quartetto, li porta ad arricchire il repertorio e soprattutto ad affermarsi nel mondo musicale” Piero Farulli.

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.