18/05/2018

Riuscitissimo esperimento di musica elettronica nella stagione "I Concerti del Politecnico"

Giovedì' 17 maggio nell'aula magna "Attilio Alto" è stato presentato Electro Dreams con Francesco Scagliola e i Sin[x]Thèsis

Prima di tutto, la domanda necessaria è: cos’è la musica elettronica? Qualcuno la definisce quella musica realizzata tramite l’utilizzo di strumentazioni elettroniche, ma è una definizione inopportuna perché in questo modo tutta la musica contemporanea sarebbe elettronica poiché la produzione odierna di musica, di qualsiasi genere, passa ormai regolarmente da una fase di elaborazione che include il mondo digitale. E' più opportuno per questa ragione definirla come quel tipo di musica atta ad esaltare il suono prodotto da strumentazioni elettroniche, analogiche o digitali come sintetizzatori o software. Questo aiuta anche a circoscrivere il raggio d’azione, escludendo momenti storici e/o generi che utilizzano il suono elettronico in maniera incidentale e limitata. 

Giovedì 17 maggio 2018, all'interno della stagione "I Concerti del Politecnico, i tempi, le forme e gli spazi nella musica" organizzata da ARCoPu in collaborazione con il Politecnico di Bari e il Conservatorio Statale di Musica "N. Piccinni" è stato presentato il terzo dei quattro appuntamenti in programma per questa prima stagione. E così il Prof. Francesco Scagliola  insieme al Sin[x]Thèsis ha presentato il progetto Electro Dreams. Quale luogo più opportuno per esprimere la musica elettronica se non il Politecnico di Bari? Un pubblico di giovani studenti e attenti professori hanno seguito con attenzione e curiosità l'articolarsi della serata tra immagini e suoni elettronici. Una bella serata di musica!


Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.