Dal Classicismo al Romanticismo e Oltre

Lunedì 3 dicembre 2018

Museo della Fotografia | ore 18,30 | Conferenza stampa ore 17,30

Ad aprire la seconda edizione de I Concerti del Politecnico un percorso repertoriale affidato alle sonorità che solo una compagine corale sa ricreare attraverso alcuni tra i più famosi compositori della storia dell'umanità. 

Il concerto inaugurale sarà preceduto dalla cerimonia di presentazione dell'intera stagione con la presenza dell'acclamato regista pugliese Gennaro Nunziante.

L.A. Chorus  
Sergio Lella
| direttore
MOZART, LISTZ, BRAHMS

Guarda la galleria fotografica

-

Il regista Gennaro Nunziante

Ospite della cerimonia d'apertura


Gennaro Nunziante è attore, sceneggiatore e regista. Nasce a Bari nel 1963  e già dal 1985 si mette in evidenza come ideatore, autore di testi e talvolta regista dei programmi televisivi del duo comico Toti & Tata (Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo). Successivamente inizia a lavorare come sceneggiatore cinematografico approdando alla regia per il grande schermo. Inoltre ha scritto, insieme ad Alessandro D'Alatri, la sceneggiatura di Commediasexi, La febbre e Casomai. Ha recitato in Casomai e ne Il Grande Botto di Leone Pompucci, di cui ha curato anche la sceneggiatura. Nel 2000 ha firmato insieme a Cristina Comencini ed Enzo Monteleone la sceneggiatura di Liberate i pesci, diretto dalla stessa Cristina Comencini. Esordisce alla regia nel 2009 con Cado dalle Nubi  interpretato da Checco Zalone. Conferma il suo sodalizio con Zalone con il film Che bella giornata nel 2011, film quest'ultimo record d'incassi del cinema italiano. Nel 2013 dirige nuovamente Checco Zalone in Sole a catinelle mentre nel 2016 firma la quarta pellicola del travolgente Checco Zalone intitolata Quo vado?  Nel 2018 firma la regia de Il vegetale con Fabio Rovazzi.

-

Gli artisti della serata

L.A. Chorus

Uno dei pregi del L.A. Chorus, che sta per Lucania & Apulia Chorus, è senza dubbio riuscire a riportare l’attività corale quale possibile progetto artistico di tipo professionale nell'ambito cotale. Nato nel 2014 su iniziativa dell'Associazione Matera in Musica con il sostegno della Città di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 con la direzione artistica di Pierfranco Semeraro, la formazione corale vive, grazie all'apporto ministeriale, un percorso di crescita artistica che lo ha portato a confrontarsi con direttori, luoghi e pubblico eterogeneo in oltre cinquanta concerti. Un percorso di grande effervescenza artistica che ha dato la possibilità a giovani artisti del coro di poter vivere esperienze artistiche di grande profilo. Nell'arco di questi anni si sono succeduti concerti, direttori di alto profilo oltre a grandi repertori: da Filippo Maria Bressan ad Agostino Ruscillo, Sabino Manzo, Grazia Giusto, da Luciano Acocella a Graziano Leserri e Carmen Fornaro, Damiano Binetti, da Luigi Leo a Sergio Lella, Roberto Molinelli, Andrea Crastolla, Alessandra Barbaro, Piero Romano e John Rutter che lo ha diretto per una sua prima esecuzione assoluta.

La formazione collabora con istituzioni concertistiche orchestrali o gruppi dal profilo internazionale come il Canzoniere Grecanico Salentino. Dalla realizzazione di pagine monteverdiane al Gloria di Vivaldi realizzato nel 2015 con orchestra barocca affidata alla direzione di Filippo Maria Bressan, alla realizzazione di produzioni di musica contemporanea che hanno contribuito allo sviluppo della composizione corale contemporanea per coro diventando stimolo di produzione per tutta una nuova schiera di compositori. L.A. Chorus vuole favorire l’incontro tra il compositore e l’interprete valorizzando i compositori italiani, arricchendo e rinnovando il repertorio perché è culturalmente importante oltre che musicalmente strategico concedere il giusto risalto ai compositori vivente; da quelli più in carriera, già noti ma non sufficientemente eseguiti, a quelli più giovani, da far uscire allo scoperto mettendone in luce le qualità, spesso notevoli, anche attraverso un rapporto di collaborazione con i conservatori del territorio, primo fra tutti quello di Matera con il quale la formazione ha attivato un protocollo d’intesa. Oltre al contemporaneo tappe importanti degli ultimi anni sono stati l’allestimento della Paukenemsse di J. Haydn sino al barocco di scuola napoletana passando per progetti sperimentali come il Christmas Experimental Music, dalla polifonia rinascimentale al gospel o ancora AccostaMENTI, il canto gregoriano e la musica popolare progetto quest’ultimo realizzato insieme al Canzoniere Grecanico Salentino

Sergio Lella

Si è diplomato in Flauto traverso presso il Conservatorio "N. Piccinni"di Bari, ha rivolto in seguito la sua attenzione verso lo studio del flauto traverso barocco, seguendo stages con Claudio Rufa e Marcello Gatti e diplomandosi in Flauto Dolce con Dario Lo Cicero. Ha frequentato corsi di Direzione di Coro e di Polifonia vocale tenuti da Filippo Maria Bressan, Marco Berrini, Adone Zecchi, Bruno Zagni, Sebastian Korn. Ha ricevuto riconoscimenti come miglior direttore in occasione del Concorso Nazionale "Rotary Club Foggia Capitanata" 2005 e del Concorso nazionale S.Bartolomeo 2005 a Benevento. Frequenti sono state le collaborazioni con gruppi in diversi ambiti stilistici (coro Novum Gaudium, Ensemble della Corte, Ensemble Calixtinus, Orchestra barocca "La Lyra di Amphione, "Orchestra Utopìa" diretta da B.Tommaso, “Cantar Lontano” diretto da M.Mencoboni, Orchestra ritmico sinfonica "Città di Andria", Ensemble Sharazad). 

Nel dicembre 2005 si è esibito a L’Havana (Cuba) insieme al gruppo Ars Longa de la Habana diretto da Teresa Paz. Ha partecipato alla 3° Accademia Europea per direttori di coro tenutosi a Fano nel settembre 2005 dirigendo, in occasione del concerto finale, il Coro Giovanile Italiano. Nel maggio 2006 ha guidato il Coro Regionale ARCoPu nel programma intitolato “Gli opera omnia sacri di Mozart per coro a cappella” dirigendo in tale circostanza la prima esecuzione del brano “Amen - invenzione sopra un frammento” del compositore Roberto Beccaceci. Ha preso parte ad incisioni discografiche con le etichette Onix (Orchestra Utopìa con Paolo Fresu Sextet), Tactus (Ensemble Calixtinus e Palazzo Incantato), Materiali Sonori (coro Novum Gaudium con Nusrat Fateh Ali Khan) Dona Ruy Project, Sorriso e Terrae (Gruppo Terrae). Ha conseguito il Diploma Accademico di II livello in Discipline Musicali in Musica Corale e Direzione di Coro presso il Conservatorio N.Piccinni di Bari. Dirige l'Ensemble Vocale Palazzo Incantato dal 1991 ed è docente di flauto traverso presso i corsi ad indirizzo musicale.

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.